Produzione RENOX
<< Renox  

La Renox ha prodotto svariati mulinelli da metà degli anni ’60 fino al 1981.

Renox produzione - antico mulinello italiano

La seda dell’azienda era a Bologna in Via S. Botticelli n.23 , la commercializzazione affidata a Franco Lazzari.
Negli ani ’70 la sede venne spostata in Via Bencivenni 4  a Zola Pedrosa (BO).

RENOX 500 oro sezionato - mulinello antico
 
RENOX 500 oro sezionato - mulinello antico

Alcuni prodotti somigliano in modo evidente al blasonato Mitchell 300 anche se la meccanica risulta completamente diversa come anche il senso di rotazione .
Gli ingranaggi del pignone e corona sono conici, il sistema del sali-scendi della bobina è azionato dalla corona e da un ingranaggio in plastica che a sua volta aziona una slitta legata all’alberino, l’ingranaggio in plastica, visto la facilità con cui poteva rovinarsi, venne successivamente sostituito da uno similare in metallo.

Sergio Di Marco - Ottobre 2012

Mercato Nazionale
Mercato Estero

 

 

 

 

Articoli vari
Marchi ITALIANI
Accessori Pesca
Mulinelli ESTERI
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Eventi del settore
Libri di riferimento
Link siti web amici
HOME   -   CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  AVVISI VARI  -  NOTE LEGALI
 

ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102


www.antipes.it

 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - 2012 / 2020
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.