ALcedo Mercury
<< Alcedo  
Mercury

E’ il mulinello Alcedo più spartano in assoluto e l’unico, assieme all’Anteus, con ingranaggi conici. Quelli del Mercury sono altresì stampati e non fresati, e nemmeno supportati da alcun cuscinetto. Nonostante ciò il mulinello, che ovviamente costava meno degli altri Alcedo ma che ne “conservava” comunque il prestigioso blasone, ebbe un successo di vendite più che buono negli anni ’60-’70. Venne prodotto dal 1959 (vide infatti la luce contemporaneamente allo Jupiter) ai primi anni ’80, ed è quindi uno di quei modelli che, dal 1975 al 1982, viene prodotto dalla Coptes in colorazione verde-panna. Il primo tipo di Mercury ha il gambo del piede piegato con sezione più grande ed i primi esemplari montano, come i primi Jupiter, una medaglia con scritto “L’ALCEDO”. Il secondo tipo ha il gambo del piede curvo con sezione più sottile, la manovella pieghevole con pomello in plastica nera con sezione “a goccia” come quello dell’Omnia a piede piegato. Gli ultimi esemplari prodotti dalla Coptes hanno spesso la manovella cromata svitabile ed il pomello della frizione in plastica. Solo il primo tipo montava, per l’estero, la medaglia “ad ali aperte”.

Alcedo Mercury
 
 
Alcedo Mercury Coptes
 
Roberto Granata - Ottobre 2012  

Scheda Tecnica

peso 320 g
rapporto 1 : 3
ingranaggi conici
anti-ritorno presente
bobina plastica (alcuni esemplari della II versione montano una bobina in metallo)
colore varie colorazioni
note
  • pressofusione
  • gambo del piede piegato per la I versione e curvo per la II versione
Articoli vari
Marchi ITALIANI
Accessori Pesca
Mulinelli ESTERI
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Eventi del settore
Libri di riferimento
Link siti web amici
HOME   -   CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  AVVISI VARI  -  NOTE LEGALI
 

ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102


www.antipes.it

 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - 2012 / 2019
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.