<< SIMPLEX - Esche Metalliche  
 
Simplex - Esche metalliche
 

Come mia abitudine ho cercato di acquisire nuove informazioni da associare a quelle (già più volte menzionate) dell'Amico e mentore Silvano Baraldi che con grande dispendio aveva raccolto nella sua opera, prima della rivoluzione digitale.
Devo ringraziare pubblicamente Giacinto Mazzi (ex MABRA Milano), una persona stimata nel mondo del commercio di attrezzature da pesca, storico importatore ABU e Shimano per l'Italia; ha contribuito con la sua azienda alla diffusione della Pesca nel nostro paese, Giacinto è riuscito a mettermi in contatto con uno degli ultimi proprietari del leggendario marchio SIMPLEX.

LA NASCITA DELLA SIMPLEX
La ditta CONALBI officina di incisioni Milano, pare sia stata fondata nell’ottocento e comunque sicuramente forniva timbri e bolli alle Poste Italiane già dagli anni trenta. In questa azienda di Corso Lodi lavoravano Pozzi Renato (magazziniere) e Canegrati Pietro (attrezzista), il primo era appassionato di pesca e si dilettava nella realizzazione di esche artificiali nella sua cantina con materiali poveri, barattoli di latta ecc..
Quando si rese conto della buona riuscita delle sue creazioni iniziò a cederli ai propri amici pescatori, da subito riscosse un tale successo che non riuscì più a far fronte alle loro richieste.
A questo punto chiese all’amico ed esperto meccanico, Pietro, se potesse aiutarlo realizzando uno stampo per accrescere la produzione dei cucchiaini.
Stupito, Pietro gli rispose: “ma da quanto in qua i pesci mangiano il ferro?” ...
battuta a parte, in breve tempo esaudì la sua richiesta materializzando la prima matrice Simplex.
A questo punto visto il successo decisero di dare vita ad una nuova attività, si licenziarono dalla CONALBI e iniziò cosi la storia della Simplex dopo qualche anno quando la produzione fu ben avviata decisero di produrre anche mulinelli da pesca;  per questa operazione commerciale fu fondamentale l'amicizia e la collaborazione con la CarGem.
Nel 1967,  Pietro Canegrati decise di cedere la sua quota al genero Valter Bressan, purtroppo dieci anni dopo 1977 morì, in seguito, alla morte del socio Renato Pozzi, l’altra metà della società venne acquisita dal nipote Angelo Pollastri, dando vita così ad una nuova collaborazione. In quei anni la produzione poteva vantare oltre 130 tipi di artificiali tra i quali i famosi Martin venduti in tutto il mond. L’attività andava così bene che Canegrati decise di tornare alla precedente attività di produzione di timbri e numeratori automatici, quindi, la SIMPLEX assunse una doppia identità che si evidenzia nel documento fotografico che segue.

 
Simplex - Esche metalliche
 
Simplex - Esche metalliche
 
Nel 2004 a causa della scomparsa di Angelo Pollastri il marchio venne ceduto nella parte riguardante la pesca a Akua Srl e la parte numeratori alla Salvini Luigi, Di Lonati Beniamino & C Milano.
La storia della SIMPLEX a questo punto diventa piuttosto travagliata, cercherò per quanto possibile di riassumere le informazioni raccolte attraverso contatti telefonici e relative valutazioni personali di periodi incerti e a volte contrastanti. La AKUA Srl.(2004/2014) ex ORIENT, titolare del marchio SIMPLEX cambierà diverse denominazioni, diventa JAM, poi PHANTER MARTIN (2005/2014) ed infine TRIBECA (2014/2019), nel gennaio 2019 la ditta fallisce ed oggi 2020 il marchio SIMPLEX è disponibile sul mercato.
Devo esprimere la mia riconoscenza per la preziosa collaborazione al Signor Walter Bressan uno degli ultimi titolari della Simplex il quale gentilmente mi ha fornito i nuovi ed interessanti presupposti narrati in questo capitolo.
 
Simplex - esche metalliche
Collezione Alberto Foradini
 
Simplex - esche metalliche
Collezione Alberto Foradini
 
Simplex - esche metalliche
Collezione Alberto Foradini
 
Simplex - esche metalliche
Collezione Alberto Foradini
 
Simplex - esche metalliche
Collezione Alberto Foradini
 
Simplex - esche metalliche
Collezione Alberto Foradini
 
Collezione Alberto Foradini
 
Probabile porta-esca della Simplex, nel marchio stampato, a mio parere, si intravedono le pinne del pesce guizzante, caratteristico del marchio. Attendiamo le vostre conferme o smentite in merito
 
Renzo Di Paolo - Giugno2020
 
Articoli vari
Marchi ITALIANI
Accessori Pesca
Mulinelli ESTERI
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Eventi del settore
Libri di riferimento
Link siti web amici
HOME   -   CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  AVVISI VARI  -  NOTE LEGALI
 

ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102


www.antipes.it

 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - 2012 / 2020
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.