Zangi 333 con scritta in rilievo
<< Zangi  
333 (tipo Jolly)
Il 333 (con scritta in rilievo) è un mulinello simile al Jolly ma, ad oggi, purtroppo non è stato ancora trovato. L'immagine pubblicata dell'amico Silvano Baraldi sul II volume "Mulinelli da pesca Italiani - Zangi e Coptes", a pagina 13, è presente anche in un catalogo ZANGI inizio anni "60 in cui il 333, insieme a un 999, sono esposti come: "ultime novità" (al costo di 2.940 Lire)!
 
Zangi catalog oinizio anni sessanta
Dal mio catalogo ZANGI - inizio anni "60
ZANGI Catalogo inizio anni sessanta
 
Cosa mportante, nello stesso catalogo non è presente il Jolly !
E' probabile che il 333 lo abbia sostituito?
Ma anche, perchè sui primi modelli del 333 è ancora presente l'archetto con scatto a battuta ?
Anche se non riportato da nessua parte, voglio evidenziare che su questa versione è possibile far scattare l'archetto anche manualmente, cosa non da poco!
Credo che la probabile risposta la possiamo trovare in quanto riportato nel listino allegato al catalogo stesso:
"VANTAGGIO IMPORTANTE
grazie al nuovo sistema di scatto, semplice e robusto, in caso di rottura della molla camma, la pesca può essere continuata con ritorno automatico dell'archetto in posizione di recupero".
 
Zangi 333 - listino pezzi di ricambio

Per verificare in concreto se tale meccanismo funzioni effettivamente ho voluto fare una prova con il mio modello.
Ho rimosso la molla dell'orecchietta scatto e ho provato a far scattare l'archetto che impattando sulla camma sul gambo del piede si è chiuso ugualmente! E' necessario compiere l'operazione con una certa velocità ma in sostanza il meccanismo funziona !
Una mia personale ipotesi è che nella versione successiva siano state utilizzate delle molle scatto migliori e di conseguenza non sia stato più necessario adottare il vecchio sistema, semplificando sensibilmente anche le lavorazioni necessarie.

 
L'ulteriore 333 con etichetta sul carter, nell'abbinamento marrone e oro, è possibile trovarlo in due versioni di cui la prima con l'archetto a battuta. Nel primo modello l'archetto ha una sezione di 2,5mm mentre nella seconda versione è da 2mm. Inoltre, entrambi i modelli, rispetto al Jolly, presentano la bobina e il pomo frizione senza il sistema anti-serraggio a "sferette"!  Il resto della meccanica è identica.
 
 
ZANGI 333 - prima versione con archetto a battuta
Zangi 333, prima versione con archetto a battuta
ZANGI 333 - prima versione con archetto a battuta
 
ZANGI 333 - prima versione con archetto a battuta
 
ZANGI 333 - prima versione con archetto a battuta
 
ZANGI 333 con scatola originale
Ringrazio l'amico Paolo Aimetti per avermi inviato la foto di questo suo Zangi 333 con scatola originale.
 
ZANGI 333 e 999 - dettaglio frizione
Zangi 333 e 999 - stesso pomo frizione senza "sferette"
 
ZANGI 333 e Jolly senza scritta
Zangi 333 e Jolly senza scritta
 
Zangi 333, seconda versione
 
Zangi 333 - seconda versione meccanica interna
 
ZANGI 333 - seconda versione
 
Sergio Di Marco - Giugno 2012
- ultimo agg.nto Marzo 2020

Scheda Tecnica

peso 225 g
rapporto 3,27::1
ingranaggi elicoidali
anti-ritorno disinseribile
bobina plastica
colore marrone-oro
note modello non comune
Articoli vari
Marchi ITALIANI
Accessori Pesca
Mulinelli ESTERI
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Eventi del settore
Libri di riferimento
Link siti web amici
HOME   -   CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  AVVISI VARI  -  NOTE LEGALI
 

ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102


www.antipes.it

 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - 2012 / 2020
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.