ZANGI Orvis 200 - Mulinelli antichi Italiani
<< Zangi  
ORVIS 200 - 300/301 - 350/350M/351
Orvis 200 300 350 vecchi mulinelli prodotti dalla Zangi di Torino
 
Ecco gli ulteriori modelli ORVIS, prodotti a Torino (a partire dal 1956 al 1967) e destinati al mercato nord americano, che si distinguono dal resto della produzione per avere gli ingranaggi a "denti conici" e una medaglia a forma di goccia incollata sul fianco del copro.
Questi particolari ORVIS venivano pubblicizzati per avere un'ottima difesa dalla corrosione marina grazie al corpo anodizzato in nero sia esternamente che internamente e per disporre di un cuscinetto sigillato, oltre che per gli ingranaggi lavorati meccanicamente e non realizzati per semplice presso-fusione.
 
Le corrispondenze dei modelli ZANGI a confronto con gli ORVIS è la seguente:
Pelican 200 - - Orvis 200 - (1956 / 1967)
Pelican 300 - - Orvis 300 / 301 - (1958 /1967)
Pelican 350 - - Orvis 350 / 350M / 351 - (1962 /1966)
 
 
Orvis 200 - catalogo del 1956
L'Orvis 200 è stato il mulinello di maggiori dimensioni (520gr) e anche il primo di questa particolare famiglia ad essere prodotto a partire dal 1956 (proposto a 36.50$ rispetto all'Orvis 100 che costava 28,50$).
Dalla verifica sui cataloghi ORVIS, per questo mulinello, non risulta che siano mai state prodotte versioni con la manovella sul lato destro del corpo.
Scarica la brochure dell'Orvis 200 (formato PDF)
 
Orvis 200 - mulienllo prodotto dalla ZANGI a Torino
 
Orvis 200 - mulienllo prodotto dalla ZANGI a Torino
 
Orvis 200 - mulienllo prodotto dalla ZANGI a Torino
 
Orvis 200 - mulienllo prodotto dalla ZANGI a Torino
 
Orvis 200 - dettaglio leva anti-ritorno
 
Orvis 200 meccanica interna
 
Orvis 200 con scatola
 
Orvis 200 con scatola
 
 
 
Orvis 300 - catalogo del 1958
Gli Orvis 300 e 301 sono una versione minore (260gr) del modello 200 e vennero prodotti a partire dal 1958 (proposti a 29.50$).
 
Scarica la brochure e il parts-list dell'Orvis 300 (formato PDF)
 
Orvis 300 - 301
Alcuni modelli, sia del 300 che del 350, hanno il gambo del piede piegato anzichè curvo, probabilmente si tratta delle primissime versioni.
 
Orvis 300 - 301
 

Orvis 300 - 301

 
Orvis 300 - 301
 
 
 
Orvis 300 - 301
Le manovelle con la leva di sezione rotonda hanno il pomo fissato con un piccolo dado.
Orvis 300 - meccanica interna
 
ORVIS 300 pubblicità del 1963
Una pubblicità dell'Orvis 300 tratta da una rivista del 1963
 
 
 
Orvis 350 - 351
I modelli 350 e 351 compaiono a listino dal 1962 (32,95$) fino al 1966; con i modelli 300 e 301 condividono lo stesso copro ma si differenziano per avere un particolare prendi-filo ad ago.
Orvis 350 - 351
 
ORVIS 350 pubblicità del 1963
Pubblicità del 1963.
 
Orvis 350M - prendifilo fisso - manual pick up

Il 350M e il 351M sono una variante dei modelli 350 e 351, infatti hanno un semplice prendi-filo di tipo manuale; ecco spiegato il significato della lettera "M" (Manual) presente nei cataloghi Orvis (1963 - 1966).

 
Orvis 350 e 351M
Differenze nel prendi-filo e nella bobina.
Orvis 350M manual pick up
 
Sergio Di Marco - Novembre 2012
- agg.nto Agosto 2016
- ultimo agg.nto Ottobre 2022

Scheda Tecnica

peso fare riferimento ai modelli ZANGI
rapporto ----
ingranaggi ----
anti-ritorno ----
bobina ----
colore ----
note ----
Articoli vari
Marchi ITALIANI
Accessori Pesca
Mulinelli ESTERI
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Eventi del settore
Libri di riferimento
Link siti web amici
HOME   -   CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  AVVISI VARI  -  NOTE LEGALI
 

ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102


www.antipes.it

 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - Sito attivo dal 2012
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.