BST Albatros II versione
<< B.S.T.  
ALBATROS  -  II° versione
BST Albatros - mulinello prodotto a Torino

Avevo già descritto questo mulinello, piuttosto raro, nella apposita scheda presente sul sito. Ora, invece di poche righe per un "normale" aggiornamento, ho preferito parlarne un po' approfonditamente, dopo il ritrovamento di un esemplare nuovo corredato di scatola, libretto che ne descrive caratteristiche, uso e manutenzione, certificato di garanzia, bobina di scorta ed elastici fermafilo per le due bobine.
Insomma, tutto ciò che un collezionista può desiderare per mettere in vetrina un oggetto che, circa 75 anni dopo, si presenta ancora "come mamma l'ha fatto" e vestito di tutto punto. Oltre al desiderio, occorre poi considerare che il "corredo" completo di un Albatros 2^ versione non era, fino a questo momento, conosciuto e che, se non bastasse ancora la rarità, le documentazioni dei mulinelli d'epoca ci offrono la possibilità di nuove conoscenze storiche, sia su quel pezzo in sé che, a volte, su possibili "collegamenti" con altre produzioni e/o collaborazioni. Premesso ciò iniziamone la descrizione.

MULINELLO
Questo esemplare monta un archetto senza conicità verso il rullino guidafilo. Un altro esemplare in mio possesso ha invece la conicità. Tuttavia conoscevamo già da altri ritrovamenti che alcuni esemplari montano l'archetto conico ed altri no. La bobina, di materiale plastico, NON è marcata "LAMPO – TORINO" (non lo è neanche nell'altro esemplare in mio possesso), mentre sappiamo che alcune lo sono. Il braccio della manovella è diritto, come d'altronde in diversi altri esemplari della seconda versione. Premesso che le differenze di ogni sorta sugli Albatros non si contano, credo di poter dare come quasi certo che il braccio diritto sia la norma nella seconda versione. Questo per tre motivi:

  1. Nell'esemplare nuovo in scatola il pomello della manovella era ancora ribaltato all'interno, in posizione di imballaggio, ed è risultato piuttosto duro da ribaltare all'esterno, segno che probabilmente non era mai stato toccato.
  2. Essendo il suddetto braccio senz'altro più arcaico di quelli curvi, è più logico che venga montato su di una versione anteriore alle altre.
  3. Il medesimo braccio si trova sulla primissima e rarissima versione a prendifilo fisso, ed è, a mio avviso, stato mantenuto nella "prima produzione vera e propria", che è appunto il secondo modello.

Ciò considerando anche il difficile periodo, a guerra in corso. Abbiamo infatti testimonianza certa dell'esistenza di questo modello di Albatros già nel 1943, anno in cui viene descritto nella prima edizione di "Lanciare" con queste parole: "Caratteristiche: cricco, prendifilo completamente automatico a ponte semicircolare, manovella staccabile e rivoltabile, buon rapporto di moltiplica".

BST Albatros - mulinello prodotto a Torino
 
BST Albatros - mulinello prodotto a Torino
 
BST Albatros - mulinello prodotto a Torino
 
BST Albatros - mulinello prodotto a Torino

BOBINA
Il mulinello è corredato da una bobina di scorta, identica all'altra. All'atto dell'apertura della scatola le due bobine erano cariche di monofilo (nuovo) di diverso diametro e colore, ed entrambe erano dotate di elastico fermafilo. Dopo averle (stupidamente) vuotate ho esaminato più attentamente i suddetti elastici ed ho notato che, oltre ad essere uguali, sono di buona fattura e dotati di appiglio per la loro rimozione. Tutto ciò mi ha fatto pensare, anche se non posso affermarlo con certezza, che le lenze ed i loro fermagli potrebbero anche essere stati forniti direttamente dalla fabbrica, all'atto dell'imballaggio.
Un'altra considerazione riguarda il bordo superiore della bobina, che in parecchi Albatros è di diametro sensibilmente minore rispetto a quello inferiore. Ciò dovrebbe evitare, come dichiarato sul libretto (vedi foto allegate), che la lenza finisca sotto la bobina stessa, avviluppandosi attorno all'alberino. Ma il particolare più avvincente, anche se riguardante la maggior parte di bobine degli Albatros, è la marcatura al di sotto di esse, che è: " LV 503". Sicuramente ai collezionisti attenti non sarà sfuggito che sotto la bobina dei Major Asso vi è la marcatura : " LV 400". Ed a questo punto tutto si fa chiaro; le bobine per i due mulinelli venivano fornite dallo stesso costruttore. D'altronde Albatros e Major Asso erano entrambi costruiti a Torino. Rimane da svelare il significato della marcatura che, a rigor di logica, vede nel numero il tipo di bobina (per l'uno o per l'altro mulinello) e nella sigla LV, probabilmente, le inziali del costruttore o della ditta costruttrice.

BST Albatros - mulinello prodotto a Torino
 





 

 

 

 

 


SCATOLA
La scatola è di robusto cartone colorato, con finitura esterna leggermente "martellata" ed il coperchio felpato, come ad esempio nel DRP LINK.
Presenta un lato interno con una sdoppiatura, una sorta di "tasca" dove viene infilato il certificato di garanzia. Forse anche la sua mancata compilazione potrebbe significare che questo esemplare non è mai stato venduto, a riprova di quanto detto prima riguardo alla manovella ancora ripiegata all'interno.

BST Albatros - mulinello prodotto a Torino

DOCUMENTI
Parliamo del libretto descrittivo e del certificato di garanzia. Il primo è completo, e diverso da quello che appare sulla presentazione della B.S.T. presente su questo sito, che reclamizza due tipi di Albatros a scelta, con antiritorno oppure senza. Dunque quello che possiamo qui vedere è anteriore.
Il certificato di garanzia è scritto su entrambi i lati. Inutile dilungarci sul resto, visibile nelle foto.

BST Albatros - mulinello prodotto a Torino
 
BST Albatros - mulinello prodotto a Torino
 
BST Albatros - mulinello prodotto a Torino
 
BST Albatros - mulinello prodotto a Torino

Un altro pezzo di storia si aggiunge ai mulinelli italiani. Un'altra tessera del prezioso mosaico che, anche se forse non completeremo mai, si delinea lentamente sempre di più, lasciando intravedere la sua bellezza. Che continua ad affascinarci.

Roberto Granata - Giugno 2012
- agg.nto - Ottobre 2018
- ultimo agg.nto - Gennaio 2020

Scheda Tecnica

peso 290g
rapporto 3,5 : 1
ingranaggi conici
anti-ritorno non presente
bobina Materiale plastico marcata “LAMPO TORINO"
colore non verniciato
note
  • Mulinello non comune
Articoli vari
Marchi ITALIANI
Accessori Pesca
Mulinelli ESTERI
Visualizza gli ultimi inserimenti
Richiedi informazioni
Eventi del settore
Libri di riferimento
Link siti web amici
HOME   -   CONTATTACI    -   RICONOSCENZE   -  AVVISI VARI  -  NOTE LEGALI
 

ASSOCIAZIONE COLLEZIONISTI ANTICHE ATTREZZATURE DA PESCA
Via Trento, 4 - 16018 - MIGNANEGO (GE)
Cod. Fisc 95157730102


www.antipes.it

 
 
realizzazione web Sergio Di Marco - 2012 / 2020
 

Informazioni relative al funzionamento della "memoria cache".

E' consigliabile sempre forzare il browser web a ricaricare, tramite il tasto funzione "F5" (refresh della memoria cache), le pagine che si stanno visualizzando dal proprio computer (per alcuni browser è necessario la combinazione: Ctrl + F5).
Memorizzare le informazioni relative alla navigazione web nella cache del computer permette di accedere molto più velocemente fra le pagine che si visitano più di frequente. Tuttavia, è possibile però che la versione del contenuto web che si sta visualizzando non sia quello più aggiornato.
Questo accade perché il browser web continua a caricare alcune informazioni dalla cache del computer anziché  dalle pagine web disponibili. Forzando il browser a caricare le informazioni direttamente dalla fonte web (refresh cache) permetterà di  visualizzare i contenuti realmente disponibili.